Ricerca


banner_lungo_magitratura_esame_avvocato_2012.jpg
mod_vvisit_counterOggi2390
mod_vvisit_counterDal 12/06/093471820

domiciliazioniprevprof.jpg
magistratura_esame_avvocato_2012_2013.jpg























gli arresti domiciliari
Argomenti correlati
 
 
 
 
 
Gli arresti domiciliari sono una misura coercitiva custodiale che ha luogo all'interno di abitazione o in altro luogo scelto dall'inquisito di privata dimora o in un luogo di cura o di assistenza; all'interno dell'immobile ove vengono attuati gli arresti domiciliari l'imputato (o l'indagato) è libero ma il giudice può vietargli di comunicare con estranei.
L'osservanza delgi obblighi relativi agli arresti domiciliari viene vigilato saltuariamente dagli organi di polizia (cfr. art. 284 cpp) e l'allontanamento dal domicilio integra il reato di evasione.
Il Giudice può, peraltro, autorizzare l'imputato ad assentarsi, per il tempo strettamente necessario, dal luogo in cui è disposto l'arresto per esigenze di vita, di lavoro o di vita.
Per i tossicodipendenti, gli arresti domniciliari possono essere attuati presso le sedi delle comunità terapeutiche a mente dell'art. 89 del DPR 9 ottobre 1990, n 309.
Con il DL n 341 del 24 novembre 2001, convertito in L 4/2001, è stato introdotta la possibilità di disporre la misura accessoria del controllo mediante strumenti elettronici della persona sottoposta ad arresti domiciliari (es. braccialetto elettronico - cfr. art. 275 bis cpp).
Ove venga disposta tale misura accessoria il giudice deve diporre la custodia cautelare in carecere ove l'imputato rifiuti l'applicazione degli strumenti di controllo.
In caso di allontanamento dal domicilio, il giudice deve disporre la custodia in carecre.
A mente dell'art. 284 cpp, c. 5 bis, sussiste il divieto di disporre gli arresti domiciliari per coloro che, nei cinque anni precedenti siano stati condannati per il delitto di evasione.
Sotto il profilo della procedura, gli arresti domiciliari sono disposti mediante ordinanza con la quale, in parziale o totale accoglimento della richiesta del PM, viene disposta l'applicazione della misura cautelare.
Competente funzionalmente all'emissione del provvedimento cautelare è:
nel corso delle indagini preliminari: il GIP
nel corso dell'udienza preliminare: il GUP
nel corso del processo: il Giudice
Il Giudice, peraltro, deve essere richiesto di provvedere da parte del PM e, a fronte di tale richiesta può:
rigettarla, ove non ravvisi i gravi indizi di colpevolezza, le esigenze cautelari ovvero laddove la ritenga inammissibile;
accoglierla disponendo la misura cautelare domandata eventualmente per esigenze cautelari diverse da quelle allegate dal PM.
Il giudice può peraltro disporre la misura degli arresti domiciliari anche laddove sia stato richiesto di emettere un provvedimento di custodia cautelare ove ritenga che le esigenze cautelari individuate nella richiesta possano essere assolte con il ricorso ai meno afflittivi arresti domiciliari.
Con riferimento agli adempimenti esecutivi della PG per ciò che concerne gli arresti domiciliari, deve essere data immediata comunicazione della loro esecuzione al difensore di fiducia ovvero a quello d'ufficio. Copia dell'ordinanza è consegnata all'interessato.
Il difensore ha diritto:
ad avere copia del provvedimento nel momento della sua esecuzione, nonchè della richiesta del PM e degli atti posti a fondamento dell'istanza di misura cautelare da parte del PM;
alla libertà di comunicazioni verbali e telefoniche con l'assistito.
L'indagato ha, poi, diritto all'interrogatorio di garanzia da parte del giudice entro il termine di dieci giorni dal momento dell'avvenuta notificazione dell'ordinanza che dispone gli arresti domiciliari.
La durata massima degli arresti domiciliari dipende dalla garvità del reato per il quale vengono disposti. Sono previsti termini di fase (indagini preliminari, fino alla condanna di 1° grado, tra la condanna di 1° e di 2° grado, tra il 2° grado e il giudicato) ed un un termine massimo omnicomprensivo.
Tali termini sono il doppio di quelli previsti per la custodia cautelare e ad essa si rinvia per quel che concerne le singole durate (cfr. gli artt. 303 e 308 cpp).
 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata